scroll
Arrivo:
Partenza:

Escursioni a Bolzano e dintorni

Vacanza escursionistica in Alto Adige

Nella Bassa Atesina, a pochi chilometri dal capoluogo di provincia, si trova la città più giovane dell’Alto Adige. A ovest Laives confina con la zona dei laghi di Oltradige, a est si estende il Patrimonio Culturale UNESCO delle Dolomiti e a nord inizia già la città di Bolzano. Laives, quindi, offre lungo tutto l’arco dell’anno una serie di possibilità escursionistiche.

Il Montelargo è il monte di Laives e con i suoi molti sentieri invita a esplorare i dintorni dell'Hotel-Camping Steiner:

Percorso consigliato: Da Montelargo al maso Wölflhof a Nova Ponente

Tempo impiegato: circa 3,5 ore
Dislivello: circa 1100 m
Un percorso ripido ma ne vale la pena. Si arriva infatti ad avere un panorama meraviglioso su Laives e la Bassa Atesina dai masi Steinerhöfen.

Un altro clou per chi ama camminare è il vecchio cammino dei pellegrini che porta da Laives al Santuario barocco della Madonna di Pietralba. Si tratta di una delle mete di pellegrinaggio più note dell’Alto Adige. Anche il Papa venne qui nel 1988.

Percorso consigliato: Cammino dei pellegrini fino al Santuario Madonna di Pietralba

Tempo impiegato: circa 4 ore
Dislivello: circa 1260 m
Durante la salita, lungo la quale si trovano le stazioni della Via Crucis, ci si gode un bel panorama sulla Bassa Atesina. Quindi si attraversa la boscosa Val Brantental seguendo l’andamento del Rio Vallarsa per arrivare a Nova Ponente (dopo circa 3,5 ore), un bel paesino di montagna che offre un bellissimo panorama a tutto tondo sulle montagne circostanti. Chi lo preferisce, può prendere un autobus di linea per tornare all'hotel-camping.

Fare escursioni partendo dall’Hotel-Camping Steiner per esplorare i dintorni è possibile per tutto l’anno. Movimento nella natura – che diventa un puro divertimento grazie a moltissimi percorsi per escursioni a e intorno a Laives.

Escursioni consigliate a Bolzano e dintorni:

Alta Via di Laives:

Tempo impiegato: circa 6 ore
Lunghezza: 18 km
Dislivello: circa 1050 m
L’Alta Via di Laives è un’escursione varia, in parte impegnativa, per escursionisti provetti che non soffrano di vertigini.
Si parte dall’hotel-camping Steiner in direzione centro paese (2. semaforo), qui si svolta a sinistra per entrare nella valle. Lasciata la chiesa si prosegue su strada asfaltata per circa 4 km nella Vallarsa fino a che, dopo aver attraversato il torrente, si raggiunge alla trattoria Al Mulino. Sotto la vecchia ferrovia di una miniera di fluorite dismessa si diparte a nord in ripida salita il sentiero n. 12 che, dopo 10 min., porta alla trattoria maso Schwab (700m) in bella posizione. Si sale ancora per un viottolo scosceso, ma con ringhiere, attraverso le pareti rosse di porfido della Vallarsa fino ad uno sfarzoso punto panoramico (900m) munito di parapetto, da cui lo sguardo si estende su tutta la Val d'Adige. Passando davanti al maso Hochegg una strada larga e ombreggiata da castagni porta prima al maso Brunner e poi ai masi Steiner, grande masseria con cappella (dal maso Schwab circa 2 ore, possibilità di rientro a Laives sul sentiero n. 11 in circa 1 ora). Dai masi Steiner il percorso prosegue e conduce nella gola del rio Steinmann (rio Dolce).

Dopo il maso Alpler una strada forestale porta al maso Altebner e più avanti all’albergo Rechtebner e a La Costa (868m, dai masi Steiner circa 1,30 ore). Sotto la chiesetta di La Costa, piccola frazione di Laives raggiungibile anche su buona strada carrozzabile da Pineta, inizia un sentiero lastricato di porfido, segnalato con il n. 3, che porta alle rovine di Castel Flavon (ore 1,45). Da qui si scende ad Aslago (Bolzano) dove si prende l’autobus (linea 2) per il ritorno a Laives.
Girando intorno al Montelargo (il monte di Laives) si passa per l’insediamento preistorico di Trensbirg, dove si possono ancora vedere alcuni resti di mura e fosse che ospitavano delle fondamenta. Dal maso Hochegg il panorama è spettacolare!
Vi consigliamo di fare questa escursione in primavera o in autunno.

Passeggiata dei tre castelli: Castel Boymont, Castel Corba e Castel d’Appiano

Tempo impiegato: 3 ½ ore
Punto di partenza: San Paolo, Castel Corba (P)
Dal parcheggio del Castel Corba, prendere la strada asfaltata fino all’indicazione “Burgenweg”. Ora il sentiero sale nel bosco di latifoglie fino alle rovine del Castel Boymont. Su una scala ripida, ma con ringhiera, si scende poi nella profonda gola al ruscello, per poi risalire in breve ai ruderi di Castel d’Appiano. Di qui si riprende la via del ritorno sul bel sentiero che fra arbusti e vigneti porta più avanti alla strada sottostante e quindi al punto di partenza, il Castel Corba.

Castelvecchio – Sentiero panoramico

Tempo impiegato: 3 ore
Lunghezza: circa 3 km
Punto di partenza: Caldaro-Castelvecchio (P) presso le pensioni
Il sentiero piano attraversa un idilliaco bosco montano costeggiando l’altopiano sopra Caldaro e Termeno. Di qui il panorama abbraccia il Lago di Caldaro e la Val D’Adige fino alla Chiusa di Salorno. Si consiglia di fare una piccola deviazione dal sentiero per arrivare alle rovine della chiesa paleocristiana di San Pietro di Castelvecchio, che si pensa risalga addirittura al VI secolo. Oltre alla meravigliosa vista sul Lago di Caldaro, qui vi attende anche una pietra sacrificale pagana.

Parco naturale Monte Corno

Il Parco naturale Monte Corno è conosciuto per la sua flora e fauna. Si tratta infatti del parco altoatesino con la maggiore biodiversità in assoluto. Il parco si estende su 6.866 ettari e confina con i comuni di Anterivo, Montagna, Egna, Salorno e Trodena.
Consiglio: a chi cammina da Trodena alla malga Cislon si apre un bel panorama sulla Bassa Atesina e il massiccio della Mendola.

Escursione alle Piramidi di terra del Renon

Tempo impiegato: circa 3 ore
Lunghezza: circa 11,8 km
Dislivello: 270 m
Da Bolzano, prendete comodamente la Funivia del Renon fino a Soprabolzano. Proseguite quindi prendendo il trenino del Renon, antico di oltre 100 anni, fino a Collalbo. Di qui partite a piedi in direzione delle Piramidi di terra seguendo le indicazioni per la passeggiata “Fennpromenade”. Il percorso attraversa un ombroso bosco misto per giungere al maso Kommendehof. Di qui, seguite le demarcazioni del sentiero “Erdpyramidenweg“ (sentiero delle Piramidi di Terra). Già da qui si possono vedere le Piramidi di terra sul versante destro della valle. Il ritorno segue lo stesso percorso.

Hotel Steiner

Via Kennedy 32/34
39055 Laives (BZ)
Alto Adige - Italia

info@hotelsteiner.com

T. +39 0471 954225



Ordina buono regalo


Tempo attuale

Steiner Camping



Scopri anche Parco-campeggio Steiner.
P.IVA IT02517080210